Rss Feed Tweeter button Facebook button Linkedin button Youtube button

Prevenire l’ictus con l’attività fisica

L’ictus è una patologia causata dalla mancanza di afflusso di sangue in una zona specifica del cervello. Esistono di vari tipi, ma le cause primarie sono simili: lo stile di vita sedentario, l’abuso di fumo e/o alcool e patologie quali diabete e problemi cardiovascolari.

La prevenzione dell’ictus è di vitale importanza, in quanto secondo recenti studi l’hanno classificata come una delle primarie cause di morte e disabilità negli adulti. Solo facendo un’ accurata prevenzione si può ridurre il rischio di contrarre questa malattia. L’attività fisica può dare un significativo aiuto, perché facendo anche un’attività semplice come salire o scendere le scale o fare i lavori domestici si può proteggere il nostro organismo dall’ictus.

In realtà, bisogna fare una doverosa distinzione, perché esistono due tipi di attività impiegate per combattere questo male. La prima è chiamata attività motoria protettiva, perché si concentra nel prevenire l’insorgere delle cause primarie di questo problema ed è rivolta per chi non ha avuto particolari problemi di salute, specialmente per chi non ha mai avuto ictus ma ha casi in famiglia. Non servono particolari strumenti, o addirittura iscriversi una palestra, ma trovare almeno mezz’ora ogni giorno per almeno 5 volte a settimana per andare in bicicletta, camminare, fare le scale o dedicarsi alle faccende domestiche o al giardinaggio. Ovviamente, chi non sa cosa sia la pigrizia può tranquillamente frequentare la palestra e praticare dell’attività aerobica, basta che si faccia in maniera regolare e senza strafare. E’ inutile passare l’intero week-end ad allenarsi e gli altri giorni non ci si muove dal divano. E’ bene però specificare che, a parte per quelle attività da poter svolgere tranquillamente, chi vuole intraprendere una seria attività fisica ed è a rischio ictus dovrà sottoporsi a degli esami medici.

La seconda e ultima categoria è l’attività terapeutica, cioè attività fisica riabilitativa, di solito praticata in presenza di un fisioterapista o allenatore professionista, consigliata dal medico dopo una minuziosa valutazione dello stato di salute del paziente. Sono incluse tutte le attività aerobiche, ma l’intensità di allenamento deve variare secondo i casi: sarà il dottore a dare il suo benestare sia per l’attività fisica di recupero, sia per qualsiasi attività che il paziente vorrà praticare, valutando le condizioni di salute e l’età del soggetto. Di solito, oltre a rilasciare il certificato medico, consiglia anche i centri specializzati per le varie attività.

Fare sport o attività fisica permette di migliorare le funzioni dei vari organi, per esempio, il cuore migliorerà le sue capacità di pompaggio, diminuendo i rischi di infarto e di probabile ictus, i reni lavoreranno meglio, perché il sudore avrà naturalmente eliminato il sodio in eccesso, i vasi sanguigni saranno più funzionali e si ridurranno i rischi di una loro ostruzione. Ecco perché è importante la prevenzione attraverso l’attività fisica.

28 Comments

  1. Heribsoonee says:

    quello che stavo cercando, grazie

    • vsarmati says:

      Prego! Ne siamo lieti

Leave a Comment


− uno = 3